3237 visitatori in 24 ore
 308 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Ventola raffaele

Ventola raffaele

Mi diletto a scrivere da sempre ,
ma solo ultimamente mi é venuta la voglia di esternare
le mie emozioni e condividerle .....con voi.
Ringrazio la gentile redazione tutti gli autori del sito
e tutte le persone che mi leggono!! ... (continua)


La sua poesia preferita:
Parlami ancora d’amore
Parlami ancora d’amore,
quando l’amore non trova più parole.

Quelle che hai lasciato cadere, come petali,
nei reconditi e misteriosi giardini dell’anima.

Indossa la maschera più bella e luminosa,
raccontami bugie ricoperte di carezze,

un...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Per te!
Nuje che campammo ancora ‘e nustalgia
ci ‘annascunnimmo areto a na resata
pecché chella ca Ddio ci ha rialato
’o tiempo ‘nfamo ampressa s’a pigliato.

Sì stato n’emozione troppo forte
pe te scurdà quanne s’è chiusa ‘a porta
na faccia allera ‘e...  leggi...

Senza pesi sul cuore
Vorrei donarti la leggerezza delle nuvole,
per portarti nel mondo incantato delle favole;
senza pesi sul cuore, senza lacrime, senza dolore.

Alzati adesso mentre ti sto pensando
rompi tutti i vincoli che ti tengono stretto,
corri sui prati verdi,...  leggi...

Te racconto Napule
Mo te racconto Napule, ‘e chisti panne spase
c’aspettano ca chiove... e ‘o sole se ne trase...
pecché è contraddizione è ‘o dubbio e l’incertezza,
è a voglia ‘e guardà ‘o mare,
è ‘a solita munnezza.

Stu munno scunusciuto che fa tremmà ‘e...  leggi...

Il fiore reciso
C’era un fiore innamorato
di una mano assai gentile
lo nutriva di sospiri
l’innaffiava di carezze,

quando c’era un temporale
lo copriva con amore
per non farlo danneggiare
difendendolo dal sole.

Come un sogno, una favola
quell’incontro di due...  leggi...

Primogenito amore
Primogenito amore,
che passato sei nei miei fianchi
senza lasciarmi il ricordo dei tuoi passi,

il cuore orfano dei tuoi palpiti
e gli occhi svuotati di luce.

Le mie mani anelavano abbracci di miele
che mai si incontrarono con i tuoi.

Un lampo...  leggi...

La Danza imperitura
Come posso non vederti mentre danzi sulla luna
nei suoi quarti verecondi che si sciolgono in amplesso,
sulle note dell'amore io mi perdo nel tuo abisso
come acrobata bendato senza protezione alcuna

Faccio finta di dormire dentro un lago di...  leggi...

Occhi dipinti a mano
Profumi intensi di rosa e di mimosa
nelle stanze inaccessibili dell'ego
dove l'eleganza tua si veste
di coralli e lapislazzuli preziosi
magnificando l'iride...

l'infinita tavolozza di colori
e pentagramma della tua bellezza
inebria i sensi ed...  leggi...

Amanti
Piove il cielo...
fradicio di noi
specchiandosi in pozzanghere di vita

Dietro una finestra
luce d'occhi ebbri d'amore
riempiono solitudini di sguardi

Parole nate nel cuore
si strozzano in gola

Destinate a durare
meno di un...  leggi...

Il ragazzo dell'ultimo banco
All'ultimo banco deriso e sconfitto
ti sei confinato ferito dal gruppo
che in te non vedeva un ragazzo da amare
ma solo un pupazzo per poter giocare.

Quei quattro balordi bulletti di corte
vili, codardi a tirarti la sorte
sempre li pronti a...  leggi...

Ho qualcosa da dirti (Mamma)
Arriveranno parole nuove
e scriverò per te
i miei versi più belli
Avranno il colore
dell'oro più prezioso
la purezza...
degli occhi dei bambini
il profumo dei fiori a primavera
ed un turchese più intenso del...  leggi...

Iperbole
Di notte mi arrampico alle stelle,
mi siedo a guardare il mondo mentre dorme.
Spenti i suoi echi, orpelli senza fine
sonnecchia lento... quasi intimidito.
Mi perdo fra mutevoli emozioni
quando la luna insonne,
accesa dal riverbero del sole,
si...  leggi...

Ventola raffaele

Ventola raffaele
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Parlami ancora d’amore (07/01/2015)

La prima poesia pubblicata:
 
Ninna nanna (22/11/2013)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Emisfero dorato (23/09/2020)

Ventola raffaele vi consiglia:
 Amanti (10/11/2014)
 Fin dove è mattino (13/11/2014)
 Era Dicembre (21/12/2014)
 Fragili ali (02/06/2014)
 La Danza imperitura (01/12/2014)

La poesia più letta:
 
Mi manchi (19/12/2014, 13553 letture)

Ventola raffaele ha 11 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Ventola raffaele!

Leggi i segnalibri pubblici di Ventola raffaele

Leggi i 1440 commenti di Ventola raffaele


Leggi i racconti di Ventola raffaele


Autore del giorno
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 16/04/2017 al 22/04/2017.
 settimana dal 29/11/2015 al 05/12/2015.
 settimana dal 13/07/2014 al 19/07/2014.

Autore del mese
 il mese 01/05/2015

Ventola raffaele
ti consiglia questi autori:
 Rosita Bottigliero
 poeta per te zaza
 Mariasilvia
nemesiel

Seguici su:



Cerca la poesia:



Ventola raffaele in rete:
Invia un messaggio privato a Ventola raffaele.


Ventola raffaele pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Il fu Mattia Pascal

"Il fu Mattia Pascal" è un celebre romanzo di Luigi Pirandello che apparve dapprima a puntate sulla rivista (leggi...)
€ 0,99


Ventola raffaele

Quando sognavamo l'America

Riflessioni
Un film un po' datato
ricordi in bianco e nero,
ma giuro, è successo per davvero!

La nave che salpava coi sogni nella stiva,
il cuore si lasciava sulla riva.

La borsa di cartone nelle mani,
sventolio di fazzoletti, il fischio, un nuovo volo;
lacrime d'addio sopra quel molo.

L'America lontana sembrava l'El Dorado...
all'epoca si scappava dal degrado,
il cuore gonfio in petto,
biglietto fra le dita
un foglio, passaporto per la vita.

Noi popolo di migranti
la storia dice questo,
e il furbo si mischiava con l'onesto.

Adesso tutto torna,
anche quei bastimenti;
piena di gente appesa a "salvagenti".

Il destino è sempre strano
nel corso della vita,
adesso siamo noi la meta ambita.


Club Scrivere Ventola raffaele 14/09/2015 10:57| 13| 1632


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Anna Di Principe - zani carlo - carla composto - Cristiano De Marchi - Maria Assunta Maglio - Daniela Dessì - Elena Spataru - Alberto De Matteis
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«Un migrante non lascia la propria terra a cuor leggero, se lo fa è per bisogno.
Ai nostri migranti. Immagini da web.
»


 

I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Il bravo Poeta focalizza con i suoi significativi versi un momento storico, tra la fine dell'800 e gli inizi del 900, vissuto dagli italiani più bisognosi che sognavano altre terre, maggiormente gli USA. Partirono navi strapiene di nostri connazionali tenuti in condizioni disastrose... la storia si ripete in modo circolare e ciò dovrebbe farci riflettere di ciò che sta accadendo ai migranti del nostro tempo. Lirica toccante molto apprezzata. Complimenti!»
Club ScrivereAnna Di Principe (14/09/2015) Modifica questo commento

«Sembra proprio che la storia si faccia beffa di noi servendoci su un piatto d'argento l'occasione di essere un po' più umani di chi nei secoli due ultimi passati ha trattato al pari di bestie i nostri connazionali che per vari motivi sono emigrati... ma sembra proprio che le lezioni della stessa storia si dimentichino alla svelta... poesia che riapre una vecchia ferita che bravo il Ventola
pone alla nostra attenzione.»
Club Scriverezani carlo (14/09/2015) Modifica questo commento

«emozionanti versi che parlano d'un tema che si ripete... bravo l'autore a ricordare tutte quelle persone che con una valigia di cartone han lasciato la propria terra per trovare un futuro ...emigranti come accade oggi costretti ad allontanarsi dalla propria patria ...
il mio sincero elogio a questa sentita e bella lirica...»
Club Scriverecarla composto (14/09/2015) Modifica questo commento

«In eterna memoria direi, splendida riflessione attuale come mai... Si, sono immagini in bianco e nero che si plasmano con le immagini a colori dei nostri giorni. Siamo la meta ambita, siamo il sogno per migliaia di persone che ancora hanno la capacità di sperare nel sottofondo di una colonna sonora unica... Morricone docet! Plauso»
Cristiano De Marchi (14/09/2015) Modifica questo commento

«Una lirica decisamente belle nella struttura e nel contenuto. La storia ha voluto che divenissimo noi la meta ambita, come abilmente dice l'autore che ci pone difronte alla condizione di dover riflettere e capire la condizione dura di questi poveri migranti. Grande sensibilità in una poesia di verità.Molto piaciuta.»
Luciano Capaldo (14/09/2015) Modifica questo commento

«La storia si ripete. Un tempo i nostri avi partivano per migliorare le condizioni sociali ed economiche. Valigia di cartone e via. Oggi la nostra terra è meta privilegiata di migranti che sognano una vita lontana dalla povertà e dalla guerra. Bravo Raffaele un vecchio problema e attuale scritto con sensibilità.»
Club ScrivereMaria Assunta Maglio (15/09/2015) Modifica questo commento

«Erano tempi duri senza colori, grigi i cappotti per tutti uguali, poche le cose che si portavano con sè,tanto quello che si lasciava alle spalle con il pianto nel cuore ma l'America era sogno grande! Un futuro diverso di lavoro e benessere e per molti migranti tra cui grande parte Istriani è stato così.Ma quanta sofferenza nel salutare il molo natio sventolando i fazzoletti come vele che il vento spingeva lontano. Pagine di storia vera,è cambiato solo l'orizzonte che ora si chiama Italia. Bellissima lirica, molto apprezzata per contenuto e stesura.»
Club ScrivereJulie (15/09/2015) Modifica questo commento

«Dici bene, la storia non può smentirlo, siamo un popolo di migranti che ora rinnega il passato, noi un tempo bisognosi di evadere dal degrado del nostro paese inveiamo contro la povera gente che predilige la nostra terra come meta ambita dove poter realizzare i sogni e fuggire dalle guerre, dalla miseria incresciosa.»
Club ScrivereDaniela Dessì (15/09/2015) Modifica questo commento

«Vivide le immagini rendono i tuoi versi ricchi di significato, la storia si ripete... noi come l'America per molti, noi che cerchiamo l'America ancora in tanti .»
piera tola (15/09/2015) Modifica questo commento

«I miei zii nel periodo del dopoguerra dovettero lasciare l'Italia perché non trovavano lavoro per mantenere le loro famiglie. Uno zio andò in Venezuela ed una zia seguì il marito con due bambini piccoli al seguito per andare in Argentina. Allora si partiva con le navi e con valige di cartone, ci misero mesi ad arrivare. Mia madre mi raccontava lo strazio di mia nonna che non poteva più vedere i figli e aspettava con ansia le loro lettere... Sì la storia ci insegna sempre qualcosa, dovremmo ricordare che neanche per i nostri emigranti fu facile, né partire né essere accettati nei paesi dove arrivavano.
Versi per riflettere, apprezzati molto.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (15/09/2015) Modifica questo commento

«E' proprio vero... la storia si ripete; ma memtre tanti anni addietro
erano i nostri connazionali a partire verso terre lontane per poter portare
un tozzo di pane alle loro famiglie, ora sono gli altri a fuggire dai loro
paesi a causa delle continue e disastrose guerre. Tale condizione
è ben descritta dal bravo Autore, con versi molto veri e crudi, che devono
far riflettere tutti noi non poco. Trattasi di testo ben strutturato, di largo
respiro e di forte impatto sociale.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (15/09/2015) Modifica questo commento

«Immagini di un film visto tantissime volte... ed oggi lo si rivive nella nostra realtà...dove l'esigenza è sempre la stessa...
Un susseguirsi di immagini ben verseggiate...»
Club ScrivereAntonio Biancolillo (16/09/2015) Modifica questo commento

«“Giuro, è successo per davvero” – si, è bene ricordarlo – purtroppo la memoria a volte fa brutti scherzi, ricorda solo quanto è conveniente.»
Club ScrivereBerta Biagini (17/09/2015) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it